NINA-DEI-LUPI-BANNER

Nina dei Lupi

2019. A causa di una serie di tempeste solari, qualsiasi apparecchiatura elettronica non è più utilizzabile. Questi avvenimenti, molto prolungati nel tempo, creano un effetto domino su di un’impreparata società. Le persone smettono di poter utilizzare cellulari, automobili, mezzi pubblici e non hanno più accesso ai loro conti correnti. I supermercati si svuotano, gli ospedali si affollano e i medicinali scarseggiano. Il mondo velocemente precipita nel caos, la civiltà si sgretola, ma la razza umana sopravvive. Ciò che rimane è violenza e pericolo.

Nel piccolo paese alpino di Piedimulo, l’arrivo della prima tempesta solare corrisponde con il misterioso ritrovamento di una neonata abbandonata nel folto del bosco. La trova Alfredo, il sindaco del paese, che recatosi a raccogliere funghi, viene inseguito da un branco di lupi enormi, non comuni in quelle zone, e spinto a fuggire proprio nel luogo dove si trova la bambina appena nata.

Il ritrovamento della bimba coincide con l’apparizione di strane macchie di colore nel cielo e con la scomparsa di Luigi, un cacciatore del paese che, corso nel bosco in aiuto di Alfredo, sparisce nel nulla. Della sua misteriosa scomparsa non si darà mai pace suo figlio Alessio che da quel momento si allontana dal paese e si chiude nel suo dolore.

A causa delle tempeste solari che isolano il paese dal resto del mondo, la bambina ritrovata, a cui verrà dato il nome di Nina, crescerà come la nipote di Alfredo e sua moglie Marta. A giungere nel paese, quello stesso fatidico giorno, è Diana, appena laureata a Bologna in antropologia culturale. Insieme agli altri paesani si ritrova, contro la sua volontà, bloccata nel suo paese natio.

Sono passati ormai molti anni da quando gli abitanti del piccolo paese di montagna hanno deciso di isolarsi a causa dei pericoli del mondo esterno. Dopo aver distrutto l’unico passaggio che li collega alla civiltà, una galleria che attraversa la montagna, la comunità è ritornata alle usanze più antiche, riscoprendo la fatica della vita senza alcun tipo di tecnologia e di contatto con l’esterno. Sopravvivendo invisibile e prosperando silenziosamente. Nina cresce e si affeziona a Diana, con cui ha una sempre più particolare connessione di energia e di pensiero. Diventa la migliore amica di Luca, figlio di Diana, che pur più piccolo di lei, è l’unico ad accettarla completamente.

Ha solo quindici anni quando una banda di predoni, composta da persone un tempo normali, ma che col precipitare degli eventi hanno dato libero sfogo ai loro peggiori istinti, riesce a farsi strada attraverso la galleria, a prendere possesso del paese decimandone brutalmente la popolazione e a schiavizzare i sopravvissuti.

Nina riesce a fuggire. Alessio, vissuto nel bosco isolato da tutti, la trova semincosciente vicino al fiume e la porta nella sua casa. Conosce la storia di Nina e ha per lei sentimenti contrastanti visto che la sua presenza gli ricorda il suo più grande dolore: la morte misteriosa di suo padre. Durante la loro convivenza, forzata dalla tanta neve scesa sui monti, Alessio impara ad amarla e a intuire quell’alone magico che la circonda. Nina invece è costretta a crescere in fretta. Dopo aver visto morire i suoi nonni ed esser scappata dal suo amato paese, affronta un appassionante percorso nei miti ancestrali della natura alla disperata ricerca di se stessa. Grazie ad Alessio, imparerà la sopravvivenza nei boschi, la convivenza con i lupi, la caccia, l’uso di arco e frecce e l’amore. Incontri quasi magici con gli enormi lupi, un grifone e uno strano cerchio di menhir l’accompagneranno nella scoperta delle sue potenzialità.

Nel frattempo, nel paese di Piedimulo, la banda di predoni capitanata da Boromir, un ex soldato sovietico appartenente a squadre speciali d’assalto, governa sul paese in un regime di terrore. In un’escalation di follia e di omicidi, Boromir innesca una vera e propria battaglia contro Nina, accentuata dalla scoperta di una profezia scritta da Diana sul muro della chiesa che designa la ragazza fuggita ai predoni come la salvatrice dell’umanità.

Nell’epico scontro finale il paese verrà liberato dagli oppressori e la giovane eroina sarà riconosciuta da tutti come la profetica Nina dei Lupi .

Press Book

Story Board (episodio pilota)

Tags: , , , , , , , ,

classic

yes